SIBERIAN BASTET - Madrid
La WEB mas completa en castellano
Comprometidos con la raza desde 2002
Líneas exclusivas - cria familiar

LA NOSTRA SPEDIZIONE A EST

 

 

Alla fine del 2002 ci mettemmo a cercare un maschio adatto alle due femmine di Paco. Ne trovammo uno a Barcellona, un maschio impressionante proveniente dall’allevamento Andokaja's in Germania, ma l’avevano appena castrato, e poi più nulla....non era possibile che in tutta la Spagna non ci fosse un maschio che non fosse delle linee di VESHNIY SON! Se c’era, non lo trovammo, così dovevamo inventarci qualcosa.  
Nel giugno 2003 si celebrava a Dresda una expo con uno Speciale Siberiani. Lì avremmo trovato i migliori allevatori del nord e dell’est della Germania, e sapevano che stavamo cercando i cuccioli migliori per ampliare le poche linee presenti in Spagna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Arrivammo a Dresda un sabato notte, dopo un’odissea.  La domenica mattina, appena entrati nel palazzetto dove si organizzava la expo, Daniel, a nove anni appena compiuti, trovò subito le gabbie dei siberiani e si presentò a Gabi Heinicke dell’allevamento "VOM PARTHENSTRAND" di Lipsia come allevatore di siberiani spagnolo, si sedette accanto alla gabbia di Bonifacio, che aveva quattro mesi, e disse che voleva comprare quel gatto.  

Ti sembrerà strano, cara Gabi, ma Daniel ha occhio e sa ciò che vuole. Non si separò dal “suo gatto” tutto il giorno. Alla fine della giornata, Bonifacio vinse nella categoria dei maschi, e Daniel si portò via il suo gatto e la sua coppa!

 

 

 

 

 

 

Visto che in Spagna non c’erano animali disponibili e vista l’eccellente offerta presente alla expo decidemmo di comprare un altro maschio. Sceglierlo non fu semplie. Non poteva essere della stessa linea di Bonifacio, e a quattro mesi è difficile distinguere il cucciolo promettente da uno normale. Erano tutti bellissimi.
Ma noi cercavamo il miglior gatto da monta. Ringrazio la Dra. Kerstin Gerlach dell’allevamento SANNOSCHKA di Lipsia per l’aiuto. Fu lei a consigliarci Alex.  

Avevamo finalmente i due maschi che sarebbero stati la base del nostro allevamento. Però vedemmo una cosina che non rientrava nei nostri piani, e non sapevamo nemmeno come avremmo fatto a portarla a casa, ma era semplicemente irresistibile: una tortie blue mackerel, aveva la coda più spessa che avessi mai visto in un gatto domestico, anche lei era di Gabi Heinicke dell’allevamento VOM PARTHENSTRAND, aveva quattro mesi e si chiamava Alishia.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il nostro prezioso carico, stanchissimi ma pieni di speranza, tornammo a Madrid in un caldo pomeriggio del giugno 2003.

Non posso perdere l’occasione di ringraziare i collaboratori di Lufthansa a Dresda e Francoforte per la “manica larga” e buona volontà dimostrata, perché informaticamente è impossibile viaggiare in cabina con tre gatti in due trasportini. Ci trattarono come veri VIP, cercarono di aiutarci in tutti i modi ma non riuscirono a ingannare il sistema, e alla fine dovettero fare il check in a mano e con il consenso del capitano. Se non era per voi, restiamo tutti a terra...

 

 

 

 

 

 

 

torna su

INDIETRO

PAGINA PRINCIPALE